BRIXIA TIME MACHINE VINCE IL GOLDEN PRIZE DI AVICOM A F@IMP 2.0 2016

Share on facebook
Share on linkedin

Il progetto BRIXIA TIME MACHINE, realizzato da ARtGlass e Fondazione Brescia Musei in collaborazione con Carraro Lab e TELECOM Design, si è aggiudicato il Golden Prize di F@IMP 2.0 2016 (Festival Internazionale per il Patrimonio Audiovisivo e Multimediale) per il migliore progetto multimediale nei musei, organizzato da AVICOM, il comitato internazionale di ICOM per l’Audiovisivo e le Nuove Tecnologie: l'”Oscar” per il multimediale nei musei.

F@IMP 2.0 è la continuazione di FIAMP (Festival International de l’Audiovisuel du Multimédia sur le Patrimoine): un evento dalla portata internazionale volto ad incoraggiare e valorizzare la produzione e la diffusione di prodotti audiovisivi e tecnologie multimediali innovativi (websites, programmi interattivi, applicazioni per mobile ed elementi di curatela creativi ed interpretativi) promosse o prodotte da istituzioni museali e del patrimonio culturale.

BRIXIA TIME MACHINE guida il visitatore del Parco Archeologico di Brescia in un vero e proprio viaggio nel tempo. Indossando gli occhiali di realtà aumentata è possibile vedere in trasparenza e in 3D l’aspetto antico del sito archeologico, con audio e videoguida integrata e sincronizzata. L’applicazione introduce per la prima volta ricostruzioni virtuali sferiche all’interno di un visore indossabile, con un notevole effetto immersivo e contribuendo ad una efficace lettura del sito.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 22 novembre a Budapest, presso il Museo Nazionale Ungherese, durante il primo giorno della conferenza MUZEUM@DIGIT, la conferenza internazionale sul patrimonio culturale digitale che ha come obiettivo quello di condividere e discutere le prospettive e le tendenze dei moderni musei digitali e rispetto la digitalizzazione delle opere museali, librarie ed archivistiche con particolare occhio sui piani futuri nel campo.

More to explore

LE AZIENDE DEL GRUPPO SU INNOVENETO

Capitale Cultura e ArtGlass sono iscritte a Innoveneto, il portale per l’innovazione e il trasferimento tecnologico ideato e voluto dalla Regione Veneto. L’obiettivo