IL TEMPIO DELLA DUCHESSA MARIA LUIGIA RIVIVE IN AR. A PARMA FINO AL 27 NOVEMBRE

Share on facebook
Share on linkedin

In occasione dei 200 anni dall’arrivo della “Duchessa più amata dai Parmigiani”, la città di Parma propone una variegata offerta culturale dedicata ad approfondire l’età dei ducati parmensi e a valorizzare il territorio: 16 mostre, 16 luoghi 16 temi, per un anno di eventi nel nome di Maria Luigia d’Asburgo.

Proprio con questo spirito di riscoperta e rievocazione contemporanea dell’innegabile influenza storica, artistica e culturale della Duchessa, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma  organizza e promuove la mostra “Nel tempio della Duchessa tra reale e virtuale. Maria Luigia, San Ludovico e gli artisti parmensi” tra le esposizioni pensate in occasione del Progetto Maria Luigia 16.

Obiettivo dell’esposizione è quello di rievocare l’antico assetto della cappella ducale di San Ludovico, riconsacrata nel 1817 proprio per volere della stessa Maria Luigia, che lì fece trasferire una tela realizzata appositamente e ne commissionò numerose altre dando inizio così al suo mecenatismo.

Sarà possibile ammirare per la prima volta i dipinti appena restaurati a cura del Comune di Parma, Cristo crocifisso di Giocondo Viglioli e La Vergine addolorata di Bernardino Riccardi, e l’antico assetto della Chiesa attraverso una sua ricostruzione virtuale, utilizzando l’innovativa tecnologia ARtGlass® che, grazie a visori di ultima generazione, rende possibile la fruizione di beni culturali attraverso la Realtà Aumentata.

“Questa esposizione – ha esordito l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris nel momento dell’inaugurazione – è frutto di una ricerca filologica per valorizzare il patrimonio della città, inserendo una significativa nota di innovazione. In particolare, come Amministrazione, abbiamo voluto restituire ad una dimensione pubblica alcune opere d’arte precedentemente collocate all’interno del Palazzo Municipale, la bellezza delle quali ora, come è giusto che sia, è a disposizione dei cittadini tutti”.

E’ stato il curatore della mostra Alessandro Malinverni a spiegare nel dettaglio la genesi dell’esposizione e i suoi contenuti.

Soddisfazione è stata espressa anche da Antonio Scuderi di ARtGlass®, che ha evidenziato come l’applicazione delle nuove tecnologie, soprattutto se semplici ed immediate come la Realtà Aumentata ed unite all’utilizzo di nuovi linguaggi, possa essere uno strumento efficace per avvicinare nuovi pubblici ai beni culturali e ai territori.

Carlo Mambriani, delegato dell’Università per il progetto Maria Luigia ha sottolineato il significativo ruolo dell’Ateneo “soprattutto in termini di consulenza per ricostruire e ricreare un luogo, come San Ludovico, che ora ha sembianze e caratteristiche diverse, interagendo con le nuove applicazioni multimediali a disposizione”.

A concludere il momento dell’inaugurazione è intervenuto il sindaco Federico Pizzarotti, elogiando l’esposizione come un’occasione di scambio tra arte tradizionale e innovativa. “Dobbiamo essere – ha detto il Sindaco – i primi promotori delle bellezze della nostra città. Intorno al progetto Maria Luigia tante realtà hanno fatto squadra e di questo abbiamo bisogno per ricordarci da dove veniamo e dove stiamo andando”.

INFO:

Dal 15 ottobre al 27 novembre 2016

Orari:
Lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì

10.00 – 17.00.

Sabato, Domenica e festivi:
10.30 – 18.30.

INGRESSO GRATUITO.

Sito: http://marialuigia2016.it/evento/galleria-san-ludovico/

More to explore

LE AZIENDE DEL GRUPPO SU INNOVENETO

Capitale Cultura e ArtGlass sono iscritte a Innoveneto, il portale per l’innovazione e il trasferimento tecnologico ideato e voluto dalla Regione Veneto. L’obiettivo

ALLA SCOPERTA DI VILLA DEI LEONI, MIRA

La primavera 2021 porterà alla luce un’altra novità: un’esperienza di Realtà Aumentata alla Villa dei Leoni di Mira, alle porte di Venezia